Fondazione Marisa Bellisario

UNA BELLA STORIA

di Annamaria Terremoto*

Una giornata unica, intensa, straordinaria, storica. All’ Università La Sapienza si festeggiano i 35 anni del Premio e della Fondazione Marisa Bellisario. Un evento celebrativo reso ancora più speciale dalla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella che ha voluto testimoniare l’impegno di tante donne in ogni settore della società, le migliori energie del Paese: manager, ricercatrici, imprenditrici, giornaliste, scienziate, fra loro anche un’astronauta. È un segnale istituzionale importante per la Presidente Lella Golfo che conferma così la particolare attenzione del Presidente Mattarella agli incontri che si svolgono ogni anno in Quirinale con le donne che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento: le Mele d’oro. Un plauso al lavoro svolto in questi anni dalla Fondazione, definita “una bella storia”.

“Una storia che nasce da un’emozione profonda”, spiega Lella Golfo, ricordando con gioia immensa le quasi 600 Mele d’oro premiate negli anni, “una sorta di primato dell’eccellenza” e parlando della sua Fondazione, spiega di preferire il termine “famiglia unita e solidale”. Un traguardo condiviso dalla Rettrice Antonella Polimeni che ha parlato del talento delle donne con i loro ideali, sacrifici e sogni, soffermandosi sul concetto di differenza e parità; percorso ancora lungo “in cui devono convivere cultura, conoscenza, dialogo, per garantire pari opportunità”.

Ed ecco le vere protagoniste della serata: “Donne che fanno la differenza”, simbolo dell’eccellenza femminile legate tutte da una sola mission, che si chiama parità di genere, con lo sguardo rivolto alla lungimiranza della Presidente Golfo che in 35 anni ha coniugato differenza e pari opportunità con il suo incessante impegno, lavoro, diverse battaglie, senza fermarsi mai.

In un alternarsi di interventi e contributi, quello di Gianni Letta, Presidente della commissione esaminatrice del Premio Bellisario, delle Ministre Maria Elisabetta Casellati e Anna Maria Bernini, che hanno ricordato l’importanza della Legge Golfo-Mosca sulle quote di genere, la grande rivoluzione nelle aziende e CDA delle società quotate.

Tra le Mele d’oro presenti le testimonianze di Margherita Boniver, Giustina Destro, Maria Latella, Lucia Annunziata, Livia Turco, Annamaria Tarantola, Olga Urbani, Monica Mosca, Maria Bianca Farina e tante altre; ma l’elenco è molto lungo, impossibile citarle tutte. E poi, la storia della Fondazione raccontata in un prezioso e singolare video in cui emerge la grande forza femminile insieme alla capacità di guardare oltre.

È vero, c’è ancora tanta strada da fare, l’appello alle giovani generazioni non lascia dubbi: non indietreggiare mai, affrontare le sfide del futuro con forza, determinazione e coraggio. E allora, viva le “donne che fanno la differenza”.

*Giornalista

Iscriviti alla Newsletter

7 commenti su “UNA BELLA STORIA”

  1. Pingback: 웹툰 사이트

  2. Pingback: Yahoo Mail

  3. Pingback: 1688upx

  4. Pingback: วิเคราะห์บอลวันนี้

  5. Pingback: https://www.heatbud.com/post/home-improvement-kasyna-z-szybkimi-wyp-atami

  6. Pingback: coway

  7. Pingback: ดูซีรี่ย์

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top