Fondazione Marisa Bellisario

MAMA.SEEDS: GLI ANTICHI SEMI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

A Roma un evento con tutti gli attori delle filiere agro-alimentari

di Annamaria Terremoto*

Roma. Continua il viaggio di MAMA.SEEDS, la Start Up innovativa, ideata da Alessia Montani che si occupa della valorizzazione delle colture di antiche sementi. Obiettivo: riunire tutta la filiera di quanti lavorano per la tutela degli antichi semi autoctoni, colture e culture italiane e del Mediterraneo. Un patrimonio di biodiversità ancora da valorizzare. A Roma un evento multidisciplinare organizzato con AVASIM, il consorzio internazionale che aggrega tutti gli attori delle filiere agro-alimentari. Si confrontano istituzioni, esperti della ricerca, intellettuali, ma anche artisti e designer di moda che vogliono capire quale futuro avranno gli antichi semi autoctoni per la qualifica del Made in Italy.

Un’occasione di scambio «per riaffermare che l’arte, il design e la moda, eccellenze nel mondo, hanno un legame profondo con le antiche colture dei semi», sottolinea la fondatrice di MAMA.SEEDS, Alessia Montani, che invita tutti a riflettere su un settore di grande importanza per il Paese. Partendo da un dato: il 25% della biodiversità agraria presente in Europa, è costituita dall’agrobiodiversità di una sola regione italiana, la Sicilia, che si riscopre coraggiosa e rivoluzionaria a Noto, capitale del barocco, dove è stato realizzato il “Parco dell’Anima “, una vera e propria oasi della biodiversità. Si tratta di un museo all’aperto, luogo per la bellezza e la salute dell’uomo, dove gli antichi grani si intrecciano con l’arte contemporanea. Qui il grande artista Michelangelo Pistoletto ha realizzato la sua installazione “ Terzo Paradiso” .

E allora, idee e progetti nuovi attraversano il format innovativo di Roma. Intervengono alcuni imprenditori definiti “eroici” che raccontano la storia dei loro prodotti tramandati, a rischio di estinzione; prodotti straordinari della terra come le pregiate olive di Manfredonia e il ginepro dell’Etna. Da Modica arriva il miele di Carrubo, antica semenza tipica del Mediterraneo fino alle birre artigianali realizzate in Puglia con grani antichi e segale iurmana. Da non trascurare che a tutela della biodiversità ci sono loro, i contadini “ custodi “ delle colture autoctone dei territori, così come accade in Sicilia centro del Mediterraneo.

Ma nel salotto MAMA.SEEDS le incursioni sono tante , il segnale più importante arriva dalla stessa Alessia Montani già proiettata verso il futuro, che rilancia l’idea di una proposta di legge avviata dal consorzio AVASIM. Una legge, spiega, che «possa permettere finalmente l’ingresso di semi antichi all’interno del patrimonio culturale». La tutela legislativa mette tutti d’accordo, la grande rivoluzione riparte dalla terra con la conservazione della biodiversità.

*Giornalista

 Iscriviti alla Newsletter

6 commenti su “MAMA.SEEDS: GLI ANTICHI SEMI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE”

  1. Pingback: ทํานายฝัน

  2. Pingback: dk7 สล็อต

  3. Pingback: วิเคราะห์บอลวันนี้

  4. Pingback: undetectable Counterfeits bills

  5. Pingback: ไวอากร้าไทย

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top