Fondazione Marisa Bellisario

LA SCUOLA E LE ASPETTATIVE PER IL NUOVO ANNO

di Rosa Musto*

Intervista ad Anna Paola Sabatini, Direttore generale dell’Ufficio scolastico per il Lazio

Gentile Direttore, lei è qui da qualche mese proviene da un ambiente scolastico meno complesso. Cosa ne pensa oggi di questa sua nuova realtà?

Prima di tutto desidero ringraziare la Fondazione Bellisario, nella persona della Presidente Lella Golfo, per questa intervista, anche perché, per la seconda volta la scuola del Lazio ha un Direttore generale donna con le sue sfide da affrontare. Il Lazio comporta sicuramente la gestione di una realtà molto articolata che richiede attenzione e dedizione costante. Si tratta di un ambito territoriale complesso che mi sta accogliendo positivamente sin dal primo giorno, cosa che mi ha reso sempre più disponibile al dialogo e a operare con efficacia su diverse istanze. Un impegno gravoso, ma che mi vede accompagnata da una squadra di valide professionalità, tutte intente a impegnarsi significativamente al mio fianco, nel proprio lavoro e a sostegno dell’intera comunità scolastica. Anche, fuori dalla scuola, nel rapporto con gli enti locali e territoriali, si è instaurata una proficua collaborazione, con una visione ampia su interessi comuni, per apportare azioni di innovazione e cambiamento, efficaci per le nuove generazioni e per il loro successo nell’apprendere.

Secondo lei, come deve operare un Direttore generale regionale sul territorio?

Prima di tutto, ritengo che la presenza e la vicinanza quotidiana a tutte le istituzioni, nella risoluzione dei loro problemi, rappresenta lo stile di una leadership alla quale io mi ispiro sin dall’inizio, l’ingrediente più importante che consente di guidare nel rispetto delle regole comuni, istituzionali, e per un approccio sereno nella ricerca delle soluzioni da adottare, in maniera condivisa con le diverse realtà scolastiche del territorio regionale. È infatti mia premura essere informata su qualsiasi necessità, problema che emerga quotidianamente in ogni realtà scolastica, in nome dei quali non bisogna mai tralasciare il richiamo al rispetto delle regole, al culto della legalità, con una dedizione tale che sia espressione di grande impegno, a cui siamo chiamati tutti: amministratori, dirigenti scolastici, personale ATA, famiglie, studenti e società civile. Infatti, la mia vicinanza costante è anche rivolta alle richieste che provengono da studenti e famiglie per superare situazioni di disagio o di difficoltà sanabili con una mediazione istituzionale che la nostra Amministrazione offre senza indugio.

Secondo lei, quale cultura delle innovazioni va sostenuta nel mondo della scuola?

La cultura, l’istruzione, sono in continua evoluzione da sempre e, l’innovazione di fatto è un processo naturale, che appartiene alla conoscenza, basti pensare oggi al grande investimento del Piano Nazionale Scuola Digitale e ai numerosi progetti attivati con il PNRR. Innovazione e scuola rappresentano due facce di una stessa medaglia, sono il connubio della ricerca con la sperimentazione, il motore del mondo della scuola e della conoscenza. L’innovazione nella didattica e nei saperi, accompagna la crescita educativa e formativa dei nostri studenti, alla quale concorrono, con elevata professionalità, i loro docenti. Tutti i migliori ambienti di apprendimento non rappresentano alcunché senza la presenza di studenti e docenti, sostenuti anche da un approccio etico, il faro che li guida nelle scelte giuste da intraprendere, di fronte ai saperi contemporanei, dove tecnologia e intelligenza artificiale primeggiano.

In conclusione, cose ne pensa dunque del web e dei social media che influenzano la socialità delle nuove generazioni?

È compito della scuola educare i nostri giovani ad uso consapevole del web e dei social media, infatti parliamo di digital education e di media education. Conoscere benefici e rischi derivanti dall’uso sbagliato del web e dei social media, sono l’obiettivo educativo principale per responsabilizzare i giovani a un uso corretto di essi. L’educazione civica rappresenta oggi un contenitore educativo importante, che accoglie in sé la finalità di educare a modi di vivere inclusivi, nel rispetto delle persone, degli animali e delle risorse naturali, compreso il patrimonio materiale e immateriale, in un’ottica di una visione sostenibile che li riconosce patrimonio culturale da trasmettere oggi col susseguirsi delle generazioni. Sicuramente le tecnologie digitali e l’intelligenza artificiale rappresentano la novità di questo secolo e sono da ritenere l’eredità culturale che caratterizza questo tempo e che va trasmessa alle generazioni future, insieme a positività e rischi, nella consapevolezza di dover sempre garantire un uso etico di essi. L’etica è il faro che ci può indicare sempre la strada giusta da seguire per un uso più umano di queste nuove tecnologie.

*Esperta di comunicazione pubblica istituzionale, Dirigente tecnico Ministero istruzione

Iscriviti alla Newsletter

7 commenti su “LA SCUOLA E LE ASPETTATIVE PER IL NUOVO ANNO”

  1. It’s perrfect time to make some plans foor the longer term aand it is time to be happy.
    I’ve learn this submit and if I couild I wish to sugget you some fascinating things
    or tips. Maybe yyou can write subsequent articles relating to this article.
    I want to read more issues about it!

    Check out my blog; Sites.Google.Com

  2. Attractive component of content. I just stumblwd upon ypur web
    site and in accession capital to assert that I acquire actually loved account your weblog posts.

    Any way I will be subscribing for your feeds or
    evfen I achievement you get entry to constantly quickly.

    Review my web-site: post624972

  3. Howdy, i rewd your blog occasionally and i own a similar one and i
    wass just wondering iff yoou get a lot of spam remarks? If so how ddo
    you reduce it, any plugin or anything you can suggest?
    I get so much lately it’s driving mme insane so any assistance is very much appreciated.

    Take a look aat my blog; new

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top