Di Francesca Nieddu*

Direttore regionale Veneto Est e Friuli Venezia Giulia di Intesa Sanpaolo e Mela d’Oro nel 2016 per il Management, Francesca Nieddu, racconta con orgoglio come il primo gruppo bancario italiano rientri nei principali indici di parità e inclusione del mondo: «La nostra Banca costruisce forza economica investendo anche sulle diversità: Intesa Sanpaolo è inserita nell’indice riguardante la parità di genere Bloomberg Gender-Equality Index, nel Diversity & Inclusion Index di Refinitiv, che seleziona le 100 migliori aziende quotate nel mondo per diversità e inclusione».

Francesca è nata a Oristano e si è laureata nel 1995 in Economia Politica all’Università Bocconi, con dottorato in Finanza Matematica all’Università di Trieste e un master in Teoria delle Decisioni alla Scuola Normale Superiore di Cachan, a Parigi. Nel 2007 entra nel Gruppo Intesa Sanpaolo, dopo esperienze in altre importanti realtà finanziarie, dove ricopre molteplici incarichi commerciali nella Divisione Banca dei Territori, fino a diventare, nell’aprile 2021, direttore regionale Veneto Est e Friuli Venezia Giulia.

«Intesa Sanpaolo – sottolinea Francesca – sostiene da molti anni la Fondazione Bellisario attraverso il premio Women Value Company, che ha lo scopo di valorizzare e dare voce alle piccole e medie imprese che investono sulle donne, sulla Gender Equality e sul Welfare».

Per sostenere proprio queste realtà imprenditoriali virtuose, molto legate ai territori e alle comunità e orientate a creare opportunità per categorie svantaggiate, il Gruppo propone strumenti sia per le imprese che investono nella parità di genere che per le lavoratrici, aiutandole a conciliare vita professionale e familiare.

«La nostra Banca ha creato un finanziamento sostenibile, chiamato S loan, che premia le imprese con delle riduzioni di tasso al raggiungimento di determinati obiettivi ESG tra cui la promozione della parità di genere e l’incremento del welfare per le dipendenti donne. Un sistema premiante che crea valore a lungo termine. Per aiutare le donne nella vita quotidiana – continua Francesca – Intesa Sanpaolo ha pensato il prestito agevolato mamma@work, un aiuto per le madri lavoratrici di bambini piccoli secondo una logica impact, cioè tassi molto contenuti, lunghi tempi di restituzione e senza richiesta di garanzie».

Per le donne che vogliono diventare imprenditrici o avviare un’attività autonoma c’è il Finanziamento Business Gemma, che consente di sospendere le rate fino a un anno in caso di necessità come la maternità.

Intesa Sanpaolo è partner del programma Stem in the city, realizzato col Comune di Milano, per rimuovere gli stereotipi culturali che allontanano le ragazze dai percorsi di studio e dalle carriere in ambito STEM e sostiene le studentesse STEM di diverse Università Italiane con borse di studio e programmi di mentoring.

Inoltre, per 35 imprenditrici Intesa Sanpaolo Formazione in collaborazione con l’Università di Torino ha realizzato il percorso formativo Women Skills Academy – Donne nella leadership, con l’obiettivo di valorizzare il talento imprenditoriale femminile, la parità di genere e il welfare aziendale, in ottica di inclusione. Per incoraggiare le studentesse a intraprendere studi STEM, oggi sempre più richiesti anche nelle banche, Intesa Sanpaolo sostiene progetti in collaborazione con diverse università italiane, anche nel Mezzogiorno. Questo per poter mantenere anche in futuro l’equilibrio già oggi raggiunto: infatti nella nostra Banca lavora una maggiore componente femminile (54%).

Il 27% della dirigenza è donna (rispetto a una media italiana del 17,6%) e registriamo il 40% di manager e il 40% di direttrici di filiale: grazie a una policy di inclusione, Intesa Sanpaolo offre alle sue persone un sistema integrato di welfare con banca del tempo, asili nido aziendali, permessi più ampi per maternità/paternità, smart working, orari flessibili in entrata e uscita, part-time per favorire l’equilibrio tra esigenze aziendali e personali dei dipendenti.

* Direttore regionale Veneto Est e Friuli Venezia Giulia di Intesa Sanpaolo e Mela d’Oro 2016