Fondazione Marisa Bellisario

IL “BELLO” DELLE DONNE 2020 NEL MONDO

di Rita Alaggio, Roberta Della Peruta, Nicoletta Ferrari, Mariangela Petruzzelli

Il 2020 è stato un anno che difficilmente dimenticheremo per l’inizio della pandemia Covid 19 che, purtroppo, ha fatto quotidianamente notizia sui mezzi di comunicazione in tutto il mondo. Di contro ci piace mettere in rilievo che, nel 2020, ci sono state anche tante belle storie di Donne che si sono distinte a livello internazionale per meriti e traguardi eccellenti in vari ambiti professionali e sociali. Partiamo dall’Egitto. Nadeen Ashraf è la ventiduenne egiziana che ha dato prova di un radicale cambiamento di mentalità nel rapporto uomo/donna, dimostrando la ferrea volontà di abbattere retaggi culturali e stereotipi che persistono nel Paese. Nadeen ha denunciato su Instagram le molestie e i ricatti di un uomo, facendo nascere il #metoo in Egitto dove, ad oggi, il 99% delle donne ha subito una forma di violenza e solo il 35% ha cercato aiuto.

La biochimica francese Emmanuelle Charpentier e la chimica americana Jennifer A. Doudna hanno vinto il Premio Nobel 2020 per la Chimica inventando come “riscrivere il DNA” con una tecnica che permette di modificare il genoma in maniera rapida, semplice ed efficiente attraverso un sistema CRISPR/Cas9 che riconosce in maniera specifica il segmento di DNA da tagliare, in modo da eseguirne “riparazioni” con alterazioni o per farne altre modifiche consentendo che le terapie geniche diventino più veloci e precise.

Louise Gluck, americana, ha vinto il Premio Nobel 2020 per la Poesia grazie «alla sua inconfondibile voce poetica che, con l’austera bellezza, rende universale l’esistenza individuale».  La francese Christine Lagarde è la prima donna eletta presidente della Banca Centrale Europea e nel 2020 ha portato a termine  il primo degli otto anni del proprio  mandato, imponendo una mission atta a combattere il cambiamento climatico, incoraggiando la cooperazione globale e rafforzando la credibilità delle istituzioni internazionali. Ha così lasciato il segno discostandosi radicalmente dai suoi predecessori che hanno sempre fondato l’agenda solo sulla gestione della politica economica e monetaria europee.

Nel 2020 la colombiana Camila Escobar è entrata a far parte del Women’s Forum Rising Talents che premia ogni anno quindici giovani Donne che si distinguono per il grande talento e per l’influenza in ambito economico e nella società. Dal 2018 Camila è CEO dell’azienda Procafecol che mira a sostenere il benessere dei coltivatori di caffè colombiani attraverso un’efficace organizzazione sindacale, democratica e rappresentativa.

Ed ecco ancora il “bello” delle Donne nel 2020: in Kuwait per la prima volta nella storia, otto donne diventano, tutte insieme, Giudici della Corte Suprema, mentre in Afghanistan, dopo anni di battaglie, le donne ottengono di veder scritto il proprio nome e non quello del padre o del marito sui loro documenti.

3 commenti su “IL “BELLO” DELLE DONNE 2020 NEL MONDO”

  1. Pingback: ทดลองเล่นสล็อต

  2. Pingback: go

  3. Pingback: magic mushroom tea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top