Fondazione Marisa Bellisario

DIPENDENZE MODERNE: I RAGAZZI E IL COMPUTER

di Laura Parlavecchio*

La Rete nasce per condividere informazioni, per aprire una finestra sul mondo e scoprire informazioni di cui forse mai avremmo saputo.

La Rete ha però anche usi ludici, relazionali e criminali. La compulsione e la dipendenza da utilizzo del computer possono esporre chiunque, ma soprattutto i giovani, a sviluppare segni di disagio psichico, fino alla franca manifestazione di quadri patologici anche gravi.

Dal punto di vista fisiologico e antropologico il termine Dipendenza definisce il periodo in cui un essere vivente alla nascita non è in grado di provvedere alla propria sopravvivenza, legata invece alle cure parentali.

In Psicoanalisi si intende anche una situazione permanente di subordinazione dell’adulto in una posizione di non autonomia rispetto alle istanze genitoriali.

In Medicina si intende inoltre una condizione di incoercibile bisogno di una sostanza verso a cui si è creata una assuefazione e la cui mancanza provoca uno stato di profondo malessere, con turbe fisiche e psichiche anche gravi (angoscia, ansia, depressione, allucinazioni).

Se in passato questo termine si applicava per lo più dipendenze indotte da sostanze, negli ultimi vent’anni l’uso compulsivo del computer è entrato nel novero delle nuove dipendenze. Soprattutto si è rivelato fonte di disagio nel processo maturativo della personalità degli adolescenti. L’effetto è tanto grave da arrivare alla slatentizzazione di franchi quadri psicopatologici.

Si riconoscono due forme patologiche indotte da uso di Internet: la Dipendenza da internet e la Trance dissociativa da video terminale.

È dipendenza quando l’uso eccessivo di Internet è associato a comportamento irritabile e umore negativo se ne è privati: è una condizione simile al Disturbo del controllo degli impulsi e al Gioco d’azzardo patologico.

L’abuso del Web è innescato dai meccanismi neurologici e psicologici del piacere, che placano ansia o stati di tensione con un senso di piacevole rilassamento grazie all’uso e poi all’abuso di Internet.

Già nel 2008 uno studio poneva Facebook al 1° posto al mondo per incremento di utenti, evidenziando che oltre 5000 ragazzi erano considerati a rischio dipendenza. Oggi 8 adolescenti su 10 sono costantemente connessi a social network, su cui aggiornano ossessivamente il profilo personale.

La dipendenza prende i giovani perché sono ancora in cerca della propria identità e non hanno certezze, per questo il gruppo dei pari è l’unica istituzione a cui danno ascolto. La Rete amplifica la loro possibilità di connessioni e le richieste di nuove amicizie diventano un rafforzamento del loro Io. Da qui una distorsione del concetto di amicizia e quella “dipendenza da amicizia” che li porta all’uso compulsivo della piattaforma per controllare nuove condivisioni o richieste di nuovi “amici”.

Le dinamiche psico-emotive si basano su contatti virtuali che danno sicurezza e autostima fittizie, mentre portano all’isolamento sociale.

I sintomi della dipendenza si verificano proprio quando l’uso del mezzo diventa centrale nella vita della persona, danneggiandone lo stato psicologico, le relazioni sociali e l’attività scolastica o lavorativa.

La Trance dissociativa da videoterminale è invece collegata ai videogames, dai quali gli adolescenti possono essere assorbiti per molte ore consecutive anche a danno dell’alimentazione e del riposo notturno. Proprio la mancanza di sonno è la principale causa della perdita del senso dell’identità personale, che può addirittura essere rimpiazzata da un’identità alternativa che influenza e dissolve quella abituale.

Purtroppo, la Trance dissociativa necessita di un trattamento anche con farmaci neurolettici, mentre per la Dipendenza da Internet il trattamento terapeutico può essere una psicoterapia per contenere ansia e depressione.

* Medico Psichiatra Psicoterapeuta

Iscriviti alla Newsletter

4 commenti su “DIPENDENZE MODERNE: I RAGAZZI E IL COMPUTER”

  1. Pingback: sound of water

  2. Pingback: Devops Consulting Services

  3. Pingback: https://u.zhugeapi.com/v2/adtrack/c/7ae81b8d2d7c43c28f01073578035f39/pr0455/m10706/p10004/c10003?url=https://phforums.co.za/betway-south-africa-betting/

  4. Pingback: https://xpj0286.cc/2023/12/31/the-art-of-slow-travel-embracing-the-journey/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top