Fondazione Marisa Bellisario

Una mostra d’arte contro il femminicidio

In India, Afghanistan, Pakistan… così come nei Paesi dell’Occidente, scrive El Paìs , si moltiplicano gli assassini di donne e ragazzine per mano dei  compagni o della loro stessa  famigliaper gelosia o ragioni d’onore. Un’orrenda, inarrestabile successione giornaliera. Per questo la bosniaca Marina Abramovic, compagna del magnate russo, pioniera in molte iniziative culturali e sociali, ha organizzato  una mostra  sulla violenza perpetrata contro le donne che si apre il l8 maggio presso la Fondazione Canal di Madrid  e a cui hanno aderito  28 artisti che affiancano l’organizzatrice nella denuncia. Si tratta di artisti internazionalmente famosi, due uomini e 26 donne tra cui Louise  Burgeois, Mona Hatoum, Patricia Evans, Luciana Fina, Maria Magdalena Campos-Pons, Yoko Ono… .  La stessa Abranmovic presenta sull’argomento un video di 12 minuti,realizzato nel 2005, dal titolo “Epica, erotica, balcanica” . La mostra è itinerante e dopo Madrid andrà a Oslo, Chicago, Tijuana, Joannesburg  e New York. La sala della Fondazione per l’occasione ha cambiato colore: il rosa della femminilità é stato mescolato al rosso della violenza  creando sfumature tragiche e impressionanti.  Secondo Amnesty International nel solo 1999 sono state uccise nel mondo  1600 donne, i processi sono stati 60 di cui solo 2 finiti con una condanna.

8 commenti su “Una mostra d’arte contro il femminicidio”

  1. Pingback: 토렌트 다운

  2. Pingback: แทงบอล lsm99

  3. Pingback: Best universities in Africa

  4. Pingback: Full Article

  5. Pingback: จำหน่าย Access Control

  6. Pingback: link alternatif sahabatqq

  7. Pingback: โคมไฟ

  8. Pingback: where can i buy k2 spice near me, Where I can Buy K2 Paper,

I commenti sono chiusi.

Scroll to Top