Fondazione Marisa Bellisario

AFGHANISTAN: LA SFIDA DI JAMILA, PRIMA POLIZIOTTA A CAPO DISTRETTO KABUL

(Aki) – Per la prima volta una poliziotta afghana arriva al comando di un distretto di Kabul.
A scrivere una pagina della storia della nuova polizia afghana e’ il colonnello Jamila Bayaz, che ha gia’ lavorato alla direzione investigativa nel quartier generale della polizia della capitale afghana. Il ministero dell’Interno ha scelto lei per il primo distretto di Kabul, una zona piena di edifici governativi e negozi e Bayaz ha promesso di ”servire” il suo ”popolo oppresso”.

La nomina, di cui da’ notizia l’agenzia di stampa Dpa, arriva a pochi mesi dal ritiro dall’Afghanistan della maggior parte dei militari delle forze della coalizione. Oggi le donne costituiscono meno dell’1% degli agenti della polizia afghana, circa 160mila in tutto. L’ambizioso obiettivo del governo e’ avere in servizio diecimila poliziotte entro fine anno.
Il ministero dell’Interno, come confermato dal portavoce Sediq Sediqqi, intende ”nominare donne ufficiali” nei posti di comando, compresi gli incarici di ”capo della polizia a livello provinciale e vice ministro”.
Negli ultimi mesi si sono registrati vari attacchi contro le poliziotte afghane, per lo piu’ nel sud del Paese. Lo scorso settembre a Lashkar Gah e’ stata uccisa la 34enne Negar, che era in servizio alla Polizia Criminale ed era la donna con il piu’ alto grado in polizia nella provincia di Helmand da quando pochi mesi prima, a luglio, era stata assassinata la collega Islam Bibi. Prima di Islam Bibi e Negar, nel 2008, nella provincia di Kandahar i Talebani avevano ucciso la poliziotta Malalai Kakar.
(Vir/AKI) 14-GEN-14 15:40

4 commenti su “AFGHANISTAN: LA SFIDA DI JAMILA, PRIMA POLIZIOTTA A CAPO DISTRETTO KABUL”

  1. Pingback: ประตูสำเร็จรูป

  2. Pingback: psilocybin chocolate usa​

  3. Pingback: Kardinal Stick

  4. Pingback: สล็อตเว็บตรง

I commenti sono chiusi.

Scroll to Top