Fondazione Marisa Bellisario

UNA RICERCA DI HARVARD SFATA IL MITO CHE LA MATERNITÀ PENALIZZI IL LAVORO DELLE DONNE

di Ornella Del Guasto

The Guardian riferisce come nuove ricerche dell’Harvard Business School abbiano dimostrato che le tradizionali giustificazioni sulla maternità non sono vere ed è invece il mondo del Business che deve rivedere le sue strategie se vuole trattenere il talento femminile. La ricerca di Ely, Stone e Ammerman, condotta su 25 mila laureate tra i 25 e il 67 anni della Harvard Business School, ha esplorato su cosa loro pensino sul lavoro e sulle aspirazioni di carriera. Le proiezioni hanno rilevato che nei primi anni lavorativi sia per gli uomini sia per le donne la conquista professionale è molto importante. Più tardi per entrambi i sessi diventano importanti oltre la carriera, l’equilibrio tra lavoro e vita personale, la felicità familiare,la dedizione al prossimo e tutti hanno anche precisato che la qualità delle relazioni personali è particolarmente importante se vi corrisponde un lavoro soddisfacente e significativo. A metà carriera le cose cambiano: gli uomini nella misura del 50-60/100 dicono di essere soddisfatti della conquista professionale contro il 40-50/100 delle donne. Questo perché, come rivela Fortune, su 1000 Ceo solo il 5% è costituito da donne. Il dato però sfata il mito che il ritardo di carriera femminile dipenda dalla maternità dato che la ricerca Harvard ha registrato che solo l’11% delle donne lascia il lavoro per occuparsi dei figli a tempo pieno. Le ragioni del perché non riescano a raggiungere posti senior dipendono invece dalla mancanza di flessibilità: le imprese scavalcano le madri quando devono distribuire promozioni e non danno loro incentivi al rientro al lavoro. Tre quarti delle lavoratrici si trovano in queste condizioni per colpa delle strategie aziendali e lentamente vedono sparire aspettative e ambizioni. In base a queste numeri, è necessario che le imprese cambino la cultura aziendale appoggiando un’eguale partnership familiare da un lato consentendo agli uomini di dividere le responsabilità casalinghe senza compromettere la carriera, e dall’altro assicurando alle donne non solo la flessibilità ma alle madri che rientrano un lavoro significativo che assicuri loro anche crescita nella carriera.

2 commenti su “UNA RICERCA DI HARVARD SFATA IL MITO CHE LA MATERNITÀ PENALIZZI IL LAVORO DELLE DONNE”

  1. Pingback: บ้านมือสอง

  2. Pingback: http://www.wgart.it/wp-content/themes/Recital/go.php?https://gg4.store/vc/

I commenti sono chiusi.

Scroll to Top