Fondazione Marisa Bellisario

La padrona dei padroni

Maina Lal Kidway, 56 anni, è una delle più potenti donne dell’Asia, scrive Le Monde. Da dicembre 2012 dirige la Federazione indiana delle Camere di Commercio e dell’industria

ed è la direttrice di HSBC, la Hong Kong-ShanghayBanking Corporation, simbolo di un capitalismo di grandi ambizioni a dispetto del rallentamento dell’economia, scesa al 5%, che ha offuscato l’immagine di “India brillante”.Maina è stata la prima donna ad accedere a una tale caricada quando nel 1927  è nata l’organizzazione  degli industriali e dei commercianti. Si è laureata ad Harvard ed ha cominciato la sua ascesa in banche straniere di investimento installate in India. Poi alla Grindlay, dove si  impegnata nel 1990, in piena guerra del Golfo, a cercare di far rientrare i risparmi della diaspora indiana nel mondo preoccupata di far rimpatriare i propri averi. Poi a Morgan Stanley e infine a HSBC. A capo della  federazionepadronale la sua priorità è quella di “migliorare l’ambiente degli affari per conservare ed attirare gli investimenti in India” dato che con il rallentamento dell’economia l’entusiasmo degli operatori stranieri si è raffreddato. Per questo lavora strettamente con il Ministero dell’Economia e delle Finanze  e ha apprezzato pubblicamente che il partito del Congresso ha ridotto alcune sovvenzioni, soprattutto sul gas , anche se ne critica le ricorrenti derive populiste. In particolare accusa il partito al Governo di generalizzare il piano di sicurezza alimentare per 800 milioni di indiani, in pratica due terzi della popolazione, perché “è la tipica retorica in cui eccelle il Congresso dato che è noto  che l’India manca dello strumento che permetta di orientare l’aiuto alimentare verso chi ne ha veramente bisogno”.Un’altra sua  critica riguarda l’inadeguatezza delle infrastrutture – ferroviarie, stradali, di distribuzione dell’energia- e soprattutto il blocco di progetti minerari per colpa degli  ambientalisti  che stanno rendendo inabbordabili i costi energetici ai più poveri. Infine l’altra priorità della Kidway è la “condizione delle donne” . Alcune hanno una preparazione di eccellenza che consentirebbe loro di raggiungere posizioni elevate, in aree dove oggi sono sottorappresentate, come nell’industria e nell’agricoltura e verso cui, dal suo posto di comando, intende spingerle.

9 commenti su “La padrona dei padroni”

  1. Pingback: ทำความรู้จัก GOLDY SLOT

  2. Pingback: other

  3. Pingback: ตารางบอล

  4. Pingback: 웹툰 미리보기

  5. Pingback: navigate to this site

  6. Pingback: โปรแกรมจัดการบริหารหอพัก

  7. Pingback: 220

  8. Pingback: บริการส่ง SMS

  9. Pingback: ltobet

I commenti sono chiusi.

Scroll to Top