Fondazione Marisa Bellisario

GRAN BRETAGNA: SENZA DONNE CAMERON COMBATTE UNA GUERRA PERDUTA

di Ornella Del Guasto

Se i bianchi fossero stati i soli elettori nelle presidenziali americane del 2012, Mitt Romney avrebbe vinto a valanga. Invece ha vinto Obama, simbolo di modernità, e Romney penalizzato dalla diffusa percezione che i repubblicani erano diventati fuori moda e demograficamente superati. Questa analisi, sostiene Financial Times, dovrebbe servire di ammonimento a David Cameron e al partito dei Tories che appaiono così old fashioned nel confronto con i laburisti del giovane Ed Miliband.

Il punto debole del partito Conservatore è la mancanza di appeal che esercita sulle donne. “Cameron ha un problema femminile” è opinione diffusa, nonostante sotto la sua leadership le donne nella direzione del partito siano passate da 17 a 48. Invano il Premier nei sui discorsi in continuazione rammenta come i Tories abbiano prodotto una figura grandissima come Margaret Thatcher (anche se lei non sia stata davvero un campione di femminismo dato che in 11 anni del suo mandato promosse una sola donna nel suo Gabinetto).

Ma il problema femminile è solo il sintomo di una malattia più ampia che va dal fatto che l’età media dei politici Tories si aggira intorno ai 68 anni e da politiche codine: basta ricordare il caso del ministro dell’Infanzia Elisabeth Truss costretta alle dimissioni nel 2009 dopo che si era venuto a sapere di una sua relazione extraconiugale. David Cameron ha fatto grandi sforzi per modernizzare il suo partito ma se vuole il vero cambiamento da opporre al dinamismo dei Laburisti di Ed Milliband deve presentare una lista piena di donne.

Il partito Laburista dalle elezioni del 1997 ha raddoppiato la presenza femminile nelle sue file al 31% e 14 donne hanno posizioni di vertice nel governo ombra. Se il processo di modernizzazione non avverrà in tempi rapidi, i Tories verranno percepiti come i protagonisti di Downton Abbey nel mondo di “X factor”.

 

3 commenti su “GRAN BRETAGNA: SENZA DONNE CAMERON COMBATTE UNA GUERRA PERDUTA”

  1. Pingback: bonanza178

  2. Pingback: ufabtb

  3. Pingback: Samui muay thai ticket

I commenti sono chiusi.

Scroll to Top