Fondazione Marisa Bellisario

ELEZIONI: VINCONO LE DONNE

Sono trenta le donne a Strasburgo, erano appena 14 su 73 alle passate europee. Sono loro le autentiche vincitrici di questa competizione elettorale. È una donna, Simona Bonafè la candidata più votata con 288.674 preferenze e tra i primi dieci, cinque sono donne. Tra i partiti che più contribuiscono a questa svolta, Pd e Movimento 5 Stelle. Il primo porta al Parlamento europeo 14 donne su 31 eletti, il 45%, il secondo supera addirittura la parità di genere con 10 donne su 17 eletti. Solo 5 donne su 13 eletti per Forza Italia.
Cartellino rosso, invece per le amministrative dove i dati dei sindaci eletti al primo turno non lasciano presagire nulla di buono. Nei Comuni Capoluogo, su nove sindaci già eletti, non c’è nessuna donna e in Regioni come la Sardegna, su 17 sindaci già eletti solo 3 sono donne. E questo nonostante la legge che imponeva la doppia preferenza di genere e la quota di lista. Si spera a questo punto che i ballottaggi diano un quadro un po’ più equilibrato.
Si sfata quindi il luogo comune che le donne non votano donne: quando candidate, e bene, in lista, le donne convincono gli elettori, che le votano. Certamente un’altra vittoria per Renzi che sulle donne ha puntato tanta parte delle sua comunicazione e azione da premier e segretario di partito: 8 Ministre e 4 Presidenti delle maggiori aziende pubbliche, un vicesegretario – Deborah Serracchiani – e una segreteria con 7 donne e 5 uomini. E per queste europee 5 capolista donne che hanno contribuito al risultato elettorale migliore di sempre.

8 commenti su “ELEZIONI: VINCONO LE DONNE”

  1. Pingback: https://pinupindia.com/aviator-game/

  2. Pingback: have a peek at this site

  3. Pingback: pgslot

  4. Pingback: D Health Plus

  5. Pingback: best place to buy crack cocaine with bitcoin

  6. Pingback: read more

  7. Pingback: blote tieten

  8. Pingback: ทีเด็ดฟุตบอล

I commenti sono chiusi.

Scroll to Top