Fondazione Marisa Bellisario

DUE DONNE, DUE OPPOSTE FORTUNE

di Ornella Del Guasto
E’ la storia di due donne, scrive International New York Times: la prima è Isabel Do Santos figlia del presidente dell’Angola. Possiede circa $3 miliardi ed è, secondo Fortune, la donna più ricca d’Africa. È celebre per i suoi gusti fastosi. Per il decimo anniversario del suo matrimonio è partita per il giro del mondo con un folto gruppo di ospiti e amici. Non rilascia dichiarazioni ma è considerata il simbolo del nuovo status della corruzione dell’Angola come una delle Nazioni più corrotte al mondo (di un livello mai raggiunto prima, sostengono gli analisti).
L’altra donna è Delfina Fernandez 50 anni, cieca di un occhio, che vive in una catapecchia senza acqua ed elettricità in un villaggio chiamato Kibanga nel nord dell’Angola. Dice di aver avuto 15 figli, dieci sono morti e dei 5 ancora in vita uno è gravemente ammalato di malaria. In realtà il numero dei figli tra i contadini angolani è molto approssimativo perché non esistono certificati di nascita o di morte nelle famiglie fuori dell’orbita di un sistema sanitario. Per loro la vita è identica a quella che si viveva centinaia di anni fa. Nei villaggi non ci sono scuole e quindi tutti sono analfabeti e almeno il 50% degli angolani non ha alcuna assistenza sanitaria perché nei villaggi non esiste un ambulatorio e neppure sanno che le zanzare portano la malaria che li sta decimando. Delfina Fernandez non ha più i denti e quasi non riesce a mangiare anche perché la bocca la fa soffrire molto.
Secondo il FMI L’Angola detiene tra le maggior ricchezze naturali dell’Africa ma il Governo non ha fatto nulla per il popolo e quando il Fondo Monetario internazionale ha concesso aiuti finanziari, la maggior parte sono spariti. “La corruzione del governo è a livello endemico” ha scritto nel 2013 nel rapporto annuale sui diritti umani il Dipartimento di Stato USA. Il Paese è al 161mo posto nella lista dei 175 Paesi più corrotti al mondo e anche se la corruzione è fortissima in molti altri paesi (anche occidentali) l’Angola è l’esempio estremo ed è il motivo per cui ogni anno muoiono 150mila bambini prima di aver raggiunto i 5 anni.
Le differenze tra Isabel Dos Santos e Delfina Fernandez perciò sono immense ma almeno entrambe condividono l’interesse per il petrolio. La prima lo ha monetizzato, la seconda alla domanda di un giornalista se sapeva che l’Angola è ricchissima di petrolio, prima ha taciuto interdetta poi ha detto che quando se lo può permettere ne compra un po’: “me lo metto in bocca per calmare il dolore dei denti”:

3 commenti su “DUE DONNE, DUE OPPOSTE FORTUNE”

  1. Pingback: สล็อตเว็บตรง

  2. Pingback: ufabtb

  3. Pingback: ทดลองเล่นสล็อต pp

I commenti sono chiusi.

Scroll to Top