Sabato 4 Marzo l’inaugurazione degli arredi tecnologici per l’Istituto De Magistris di Caldarola, frutto della campagna di raccolta fondi
Dopo L’Aquila, la Fondazione Marisa Bellisario torna in campo per aiutare le popolazioni vittime del terremoto. E ancora una volta parte dai giovani, le vittime più inconsapevoli di una tragedia che rischia di deviare il corso del loro futuro.
“Rimanere in queste zone si può e si deve – dichiara Lella Golfo, Presidente della Fondazione Bellisario – ma perché avvenga c’è bisogno dell’aiuto di tutti. E noi siamo scese immediatamente in campo, lanciando tra le nostre associate una raccolta fondi. Sin da subito abbiamo pensato di destinarli a una scuola e abbiamo acquistato gli arredi super tecnologici per le aule dell’Istituto Comprensivo Simone De Magistris di Caldarola in provincia di Macerata”.

Domani alle ore 12 l’inaugurazione alla presenza della Presidente della Fondazione Bellisario, del Vicesindaco di Macerata Stefania Monteverde, della Preside dell’Istituto Fabiola Scagnetti, dei ragazzi con le loro famiglie e di una delegazione di imprenditrici della Fondazione Marisa Bellisario.
“Dopo il Convegno “Donna Economia & Potere” tenuto a Macerata all’indomani delle prime scosse – conclude Lella Golfo – questa è un’altra testimonianza di solidarietà concreta da parte delle donne. Spero che in tanti seguano il nostro esempio, perché queste terre e queste popolazioni coraggiose lo meritano e perché essere italiani è anche questo”.