“L’Islanda è il primo Paese al mondo dove entra in vigore una legge sulla parità salariale e chiedo a quel 31% di deputate e senatrici donne del nostro Parlamento di seguirne l’esempio e fare una proposta di legge in questa direzione”. Sono le dichiarazioni di Lella Golfo, Presidente della Fondazione Bellisario.
“La disparità salariale – spiega Golfo – è uno dei tanti ostacoli alla carriera delle donne e uno dei motivi per cui in molte abbandonano il lavoro. Una recente ricerca mostra che anche a livelli apicali le donne guadagnano la metà degli loro colleghi uomini. E alla base, fatto 100 lo stipendio di una lavoratrice, il collega uomo riceve 131 euro. È un divario inconcepibile e che non trova nessuna giustificazione tranne un mondo del lavoro “maschiocentrico”. Per questo invito le parlamentari italiane a farsi promotrici di una proposta di legge trasversale per abbattere un altro, odioso gap di genere”.