“Carissime donne, purtroppo oggi non posso essere fisicamente presente con Voi in un appuntamento così importante per il nostro territorio. Nonostante la mia assenza, vorrei portare i saluti della Commissione Pari Opportunità della Regione Marche ma anche trasmettere alcune mie considerazioni. Leggere il libro di Lella Golfo è stato per me un grande regalo: ogni pagina di questa storia è un pezzo di storia che entra dentro. Non è solo la storia di una donna affermata, che ci lascia una norma fondamentale nella strada ancora da percorrere verso le pari opportunità, è soprattutto la storia di una donna determinata e coraggiosa, dei suoi valori, dei suoi affetti, delle sue origini, delle sue curiosità, dell’impegno politico vissuto per passione e con passione. È una storia che va al di là delle bandiere e che, dunque, non può non imporre a chi legge un profondo senso di ammirazione.

Da giovane donna, impegnata nelle questioni di genere e allo stesso tempo in politica, il rapimento di questo libro e della sua autrice è totale, il rammarico di non poterla conoscere oggi di persona, dunque, è profondo. Queste parole spero servano a far sentire quanto grande sia l’ammirazione per il suo percorso, sperando, noi trentenni impegnate in politica, di essere degne delle tante battaglie che grandi donne prima di noi hanno combattuto. Il bagaglio è tanto e di valore ed è per questo che, ogni volta che dovremo fare una scelta o una battaglia, non potremmo e non dovremmo dimenticare mai che alle spalle abbiamo le storia di donne come Lella Golfo.

Concludo scusandomi nuovamente con tutte voi e con un semplice messaggio di stima e gratitudine all’autrice: “Cara Lella, imitarti sarà impossibile ma continuare a dare dignità a questa storia di donne dovrà essere necessario. Grazie di cuore”.

Agnese Duro
Commissaria Pari Opportunità della Regione Marche

Scarica l’invito